SCONTO 10% arrow_drop_up

Aggiunto al carrello

Passa al contenuto

Design sostenibile: arredamento per un eco design

Design sostenibile: arredamento per un eco design

Il design sostenibile è quel sistema progettuale oggi diffuso in tutto il mondo che prende in considerazione non soltanto gli aspetti tecnici o strutturali, ma anche quelli ambientali, sociali ed economici.

Da questo presupposto nascono oggetti che non sono solo belli e funzionali, ma anche in equilibrio con l'ecosistema, in aderenza a quella cultura di sviluppo sostenibile orientata al benessere nel presente, ma senza compromessi per le generazioni future.

Sistema ecosostenibile e design: l'importanza dei processi più virtuosi

Il ricorso a un concetto di design ecosostenibile è nato dalla necessità di porre un freno all'impatto sull'ambiente causato dalla realizzazione di elementi che l'uomo oggi ritiene indispensabili per la vita sulla terra. Si tratta di un principio adottato davvero ovunque: nel mondo dell'edilizia, nella moda e nell'impiantistica, ma estremamente fondamentale anche nei settori dell'arredo e dell'elettronica.

In particolare, in questa nuova ottica orientata alla sostenibilità, ogni bene nasce alla luce di un'indagine che tiene conto delle implicazioni che un prodotto inefficiente o non sostenibile può avere sul pianeta, e in seguito alla ricerca di nuovi e più virtuosi processi di fabbricazione che rappresentino un'opportunità sia per i produttori sia per i consumatori e le generazioni future.

è così che oggi i sistemi produttivi sono sempre più coinvolti nel processo di transizione che pone al centro la necessità di liberarsi dal classico modello industriale in favore di un sistema più virtuoso.

Infatti, realizzare un bene secondo un design eco sostenibile significa operare in un'ottica orientata al rispetto degli equilibri ambientali e dell'economia circolare, ponendo quindi un accento sugli aspetti naturali, sulla riduzione di sostanze inquinanti e sulla riciclabilità.

Design eco sostenibile e progettualità

In linea generale, un design eco sostenibile si concretizza attraverso un modello progettuale che si basa su alcuni principi fondamentali.

Tra i più importanti, la semplificazione di tutti i processi di assemblaggio e produzione, che si attua attraverso una riduzione complessiva sia dei materiali sia del loro peso. Lo scopo è quello di diminuire il quantitativo di risorse necessarie in fase di fabbricazione e di trasporto, ma senza alcun compromesso né sull'estetica né sull'efficienza.

Il design eco sostenibile punta poi sulla durabilità, intesa non soltanto come rispetto dei migliori standard al fine di garantire un ciclo vitale più lungo, ma anche come riparabilità, per far sì che i danneggiamenti possano essere sistemati facilmente evitando sostituzioni frequenti. Il tutto, in linea con un costante ricorso a forme pulite e qualità funzionali capaci di adattarsi ai canoni estetici e di impiego previsti nel futuro.

Naturalmente, un articolo dal design ecosostenibile ha il vantaggio di poter essere adoperato a lungo ed eventualmente rigenerato, venduto o trasmesso alle nuove generazioni, per avere una seconda vita. Qualora poi venga dismesso, ha la possibilità di essere riciclato più facilmente grazie a una fase di progettazione virtuosa che prevede l'utilizzo di materiali semplici e facilmente smontabili.

Ma tra i principi più importanti del design sostenibile vi è anche l'aderenza a fasi produttive che prevedono un costante risparmio energetico, per provare a ridurre il quantitativo di gas a effetto serra emesso ogni anno nell'atmosfera. In questo senso, tale modello prevede anche un maggior ricorso alle energie rinnovabili, oltre a una riduzione dei consumi e un utilizzo di risorse, meglio se a livello locale, più virtuoso e sostenibile.

Molti di questi aspetti, però, spesso entrano in conflitto con gli attuali stili di consumo, basati sull'utilizzo di prodotti dal ciclo vitale talmente breve da generare ogni anno un elevato quantitativo di rifiuti.

A tutto ciò si aggiungono la velocità evolutiva della tecnologia moderna, che favorisce l'obsolescenza dei dispositivi nel giro di pochissimi anni, e l'aderenza a particolari modelli di acquisto che nulla hanno a che vedere con la sostenibilità. La direzione giusta potrebbe risiedere nelle nuove tecnologie a prova di futuro, ma soprattutto su abitudini di consumo un po' più virtuose, legate all'acquisto di beni provenienti da cicli produttivi etici.

Eco design: l'importanza della tecnologia sostenibile

Con il termine eco design si intende l'integrazione di tutte quelle caratteristiche relative ai temi di difesa e tutela ambientale nelle fasi di fabbricazione di prodotti che consumano energia.

L'eco design è un concetto estremamente ampio che abbraccia diverse tipologie di articoli, ma che oggi consolida il suo ruolo soprattutto nelle fasi di realizzazione di questi beni; alla produzione di prodotti tecnologici è infatti associato un massiccio consumo di risorse naturali, senza contare l'elevato assorbimento energetico che in genere è richiesto per il loro funzionamento.

Non è un caso che l'eco design e i principi della progettazione ecocompatibile siano ormai da diversi anni uno dei temi più dibattuti dalle istituzioni. Tra queste l'Unione Europea, che ha intuito, ormai da diverso tempo, l'importanza di mettere in atto politiche concrete per individuare le principali fonti inquinanti e di impatto ambientale, derivanti dalla produzione e dall'utilizzo di questi sistemi; il tutto in aderenza ai principi di efficienza energetica, affinché ogni dispositivo, lungo tutto il suo ciclo vitale, possa assicurare una significativa riduzione dei consumi di energia.

Green design: la diffusione nel quotidiano

Oltre che nella tecnologia, il design per la sostenibilità ambientale- anche noto come green design - è un concetto che oggi entra a far parte in ogni aspetto del quotidiano attraverso materiali innovativi, capaci di assicurare performance elevate sia dal punto di vista costruttivo sia dal punto di vista estetico.

Si tratta di materie prime naturali, spesso di recupero, appartenenti a quel sistema di design del riciclo che trae il suo valore nei principi dell'economia circolare.

Design sostenibile e materiali

Naturalmente, in tema di design sostenibile e materiali non si può non considerare l'importanza che rivestono i tessuti ecologici: si va dalle stoffe realizzate da prodotti destinati allo scarto, come il nylon rigenerato proveniente da reti da pesca dismesse o i tessuti originati da riciclo di bottiglie in PET, fino ai materiali ecologici ottenuti dal recupero di scarti tessili.

Ma quando si parla di materiale ecosostenibile, non si può non considerare il settore dell'edilizia, dove è sempre più spesso adoperato per la sua non tossicità, per il basso impatto sull'ambiente, ma soprattutto poiché capace di favorire il risparmio energetico negli edifici.

Arredamento ecosostenibile

I materiali ecosostenibili di design hanno un ruolo fondamentale anche nel restyling degli interni, poiché permettono di arredare con cuscini in tessuto privi di VOC (composti organici volatili), mobili in legno eco-friendly certificati e articoli a impatto zero realizzati tramite filiere corte.

Ma a fare spazio all'efficienza sono soprattutto gli oggetti sostenibili, ovvero quelle suppellettili che arredano la casa assicurando dei benefici ambientali.

Tra questi si distingue il DiCE Energy Pack, un dispositivo intelligente, che si collega al contatore elettrico e permette di monitorare i consumi domestici in modo automatico, anche da remoto. Ma a rendere la casa più efficiente è soprattutto la presa intelligente Smart Plug, che trasforma gli elettrodomestici in dispositivi smart e ne permette il controllo tramite app.

Progetti di design sostenibile

L'architettura è il settore con le potenzialità maggiori in tema di design sostenibile. Dagli edifici che producono energia pulita grazie ai pannelli fotovoltaici alle città smart verdi, fino ai grattacieli in legno che puntano a sostituire quelli realizzati in cemento e acciaio, si tratta sempre di eco design e progetti per un futuro sostenibile, destinati a innescare processi virtuosi anche su larga scala.

Non è un caso che oggi la bioarchitettura riesca a dare risposte molto importanti anche in tema di design sostenibile per il terzo mondo, dove spesso la mancanza di risorse spinge a condizioni abitative estremamente dannose per la salute degli individui.

L'edilizia sostenibile, infatti, grazie alla creazione di sistemi infrastrutturali scuri e a impatto zero, può contribuire a dare alle comunità locali abitazioni economiche, dotate di sistemi di ventilazione e riscaldamento naturali, ma soprattutto più sane poiché del tutto prive di contaminanti ambientali.

Piantumazione

Piantiamo 1 albero ad ogni ordine

Packaging sostenibile

I nostri imballi sono di carta riciclata

Server zero Co2

Il nostro server è ad emissioni 0